No, ma veramente?

Spesso mi capita di trovarmi in situazioni assurde, situazioni nelle quali non resta altro che rimanere a bocca aperta e più o meno sconsolato mi capita di commentare “no, ma veramente?”

Ecco ho deciso di raccogliere una lista di “no ma veramente” in questo post.

Gli organizzatori di un evento lo spostano quando avevo già il biglietto dell’areo in mano

Il cambio NOME alla Ryanair costa 110 euro,

Per ogni giorno che lascio fuori le scarpe fuori, ci trovo una cimice dentro

Esistono i venditori di “Leggo” (giornale notoriamente gratuito) che ti minacciano di abbassare il finestrino

Si può apprezzare un cellulare che fino a due secondi prima volevi scaraventare con un cambio di firmware

Un tizio mi ha fermato per chiedere di cani e non di altezze

è un periodo che mi scivolano le cose ma non mi cadono mai a terra,

la mia prima lezione che finisce così in anticipo di tutta la mia carriera scolastica.

Una donna ha attaccato una spilla con scritto “vuoi perdere peso? Chiedimi come “.

Sull’ autobus “scendi? no, e allora cazzo hai suonato?”  “mi sono sbagliato”. La fermata dopo scende e il tipo “minchia se non scendeva ora lo buttavo fuori a calci ”

Berlusconi si ricandida è stato eletto

Gli americani non si salutano con i baci

Il cioccolato è buono con l’arrosto

Mi dici di scriverti e poi non rispondi alle mail

Un professore mi ha passato il suo libro in pdf

Mistero va ancora in onda

Un viaggio dalla Finlandia a Milano può costare 1000 euro

Hanno una messo un distributore di Kebab al Poli

Voyager va in onda sotto il patrocinio del Ministro dei Beni Culturali (forse ve lo avevo già detto, ma meglio tenerlo a mente)

In Finlandia non ci sono fontane nei parchi (anche se dopo un pò ho capito il motivo)

Atari ha chiuso i battenti, come LucasArts

Ritirare dal bancomat in paese non Euro costa 5 euro (ecco perché ero rimasto senza soldi)

A Washington non hanno il disco orario, si fidano

In Pakistan si possono avere fino a quattro mogli, ma è preferibile averne una

Pollice in giù si fa  con mignolo in Korea

Ho un nome cinese perché sono importante

In Belgio si può fare ingegneria in 3+1 anni

A Tokio c’è un treno per le donne e uno per gli uomini

Durante i funerali in Giappone, è usanza passarsi le ossa dei morti con le bacchette per spostarle nell’urna

Esiste un pullman d’oro, in Russia.

In Russia le poliziotte hanno i tacchi

Naruto non finisce, sì anche dopo più di 800 puntate

Esistono televisioni dietro specchi semitrasparenti, sempre in Russia

In cinese CinCin significa bacio

La Finlandia è uno dei Paesi al mondo con più alto consumo di birra pro capite, ma la birra è pessima.

Non tocco un videogioco da quando sono in Finlandia

Sul serio?

In Finlandia è facile prendere 2100 euro prima della laurea (specialistica gratis e possibilità concrete di aiuti dallo Stato) mentre in Italia è difficile prenderne 1200 dopo la laurea

Ma la morale qual è? Bhè amici miei, il punto è questo, restare senza parole alcune volte fa bene, fa bene per due motivi.

Il primo è che tante volte si spendono perché sono gratis (in alcuni ambienti si potrebbero tassare) e non si riempiono di significato, ma si lasciano lì sole solette e in disparte.

Secondo che quando si rimane senza parole, segue un momento per pensare e bisogna approfittare di quel momento. C’è chi lo spreca perché deve dire per forza qualcosa, c’è chi invece coglie l’opportunità per crescere.

Il viaggio è il più grande contenitori di questi momenti, per questo mi ritengo cittadino del mondo e vi auguro tanti di questi.

Surprised_by_KonikPolski

Ps scusa sorellina, ma ho bisogno di altri tuoi simili per popolare questo blog

FONTI:
http://browse.deviantart.com/art/Surprised-174513599 per l’immagine

un pò di Finlandia

Miei cari amici, vi prego di perdonare la mia lunga assenza.

E’ solo che la Finlandia è un mondo tutto nuovo e la mia ispirazione è ancora in viaggio da Milano, probabilmente prenderà li traghetto uno di questi giorni. Le ho già pagato il biglietto quindi non vi dovete preoccupare.

Nel frattempo vi racconterò quello che ho capito della Finlandia se vorrete ascoltarmi.

Innanzi tutto ho capito che fa molto freddo.

Poi ho capito che invece di farsi una passeggiata al parco, questa gente fa un buco nel ghiaccio e si mette a pescare. Ma non li ho mai visti prendere niente.

Poi ho capito che ci sono taaanti ma tanti alberi. E forse ce ne sono più che nella Foresta Amazzonica, ma nessuno si è preso la briga di contarli perché fa troppo freddo.

Poi ho capito che del finlandese non capisco una parola. Forse mi sono più affini il cinese ed il giapponese.

Sperando che i numerosi Finlandesi che mi leggano non se la prendono, per ora mi sembrano avere uno stile di vita entusiasmante . Per ora tutto quello che ho sentito e visto confermano l’identikit del finlandese medio, si chiude tutto il giorno in casa, magari va in palestra, non cucina per niente al massimo tocca il forno, esce molto raramente con gli amici.

Nonostante questo devo dire che ho incontrato dei finlandesi veramente gentili, inoltre sono famosi per la loro perseveranza, che però devo ancora constatare.

Sebbene pensi che ognuno sia libero di fare quello che vuole finché non nuoce agli altri, questo stile di vita è però molto limitante. Quante cose si potrebbero perdere, quelle cose che ti fanno perdere la testa, che risvegliano le emozioni che hai dentro, che ti lasciano affascinato, che ti costringono a scoprire e ad esplorare la vita.

Là fuori è pieno di persone interessanti e straordinarie che, cresciute in contesti diversi, hanno tanto da dare e da ricevere dal prossimo, soprattutto nell’ambiente in cui vivo, dove ci sono studenti provenienti da ogni parte del mondo.

Nonostante questo c’è da imparare anche dai Finlandesi. Dal momento che questa terra non ha niente da offrire, se non dei magnifici cieli, dei paesaggi mozzafiato e tutte le attività connesse alla neve (snowmobile, snowshoes, snowballs, skiing, snowboard) hanno deciso di puntare tutto sull’istruzione. Infatti ci sono fra le Università migliori in Europa. Esistono anche una marea di agevolazione in termini di tasse per gli studenti che vengono da fuori, in alcuni casi si arriva anche a non pagare niente. Intano l’economia gira, perché gli studenti che vengono dall’estero investono la loro ricchezza nella Finlandia.

Dal momento che hanno costruito delle strutture molto più capienti della domanda, adesso si stanno concentrando su nuovi campi per far crescere l’economia, e per far questo chiedono aiuto alla popolazione.

Nella Tampere University of Technology esiste un posto, pensate un pò, dove si può presentare la propria idea in un lasso di tempo prestabilito, mentre si viene ascoltati da un gruppo di esperti, questi decidono poi se è realizzabile e provvedono a trovare sponsor in caso positivo.

Nel frattempo lo stato garantisce aiuti fino a 250000 euro per chi propone idee innovative.

Quindi miei cari Finlandesi, nonostante da un certo punto di vista sappiate il fatto vostro, vi invito a dimostrarmi che mi sbaglio sul resto.

IMG_1168