peccato

Sono profondamente deluso dalla non curanza di alcuni gruppi.

Non ho mai avuto intenzione di trasformare questo posto in un luogo di critiche e non è questo il motivo per cui scrivo questo articolo.

Però stavolta non voglio parlare senza fare nomi.

Sinceramente non mi aspettavo, da due associazioni così nobili, come la Croce Rossa e il Gruppo Astrofili Milano una così grande delusione.

I primi lavorano nel campo dell’aiuto umanitario, i secondi si fanno carico della divulgazione scientifico astronomica di Milano.

In realtà spesso ci si discosta dalla mission, o almeno la si cerca di raggiungere dimenticandosi delle basi.

E questo è triste, sia per quanto riguarda coloro che entrano in questi mondi per la prima volta, e sia, o almeno dovrebbe, per quelli che ci operano da anni.

Per i primi ho avuto a che fare con persone che mi hanno fatto sbattere la testa per due mesi su una cosa per poi dirmi che non si poteva fare, due mesi accompagnati da asimmetrie informative, rimbalzi qua e là tra i diversi livelli gerarchici, ritardi o risposte mancate. Due mesi di lavoro da buttare, perché? Perché hanno creato un progetto, buttando giù delle direttive generiche, lasciando allo sbando i comitati territoriali e non formando i supervisori che avrebbero dovuto controllare la cosa.

Per quanto riguarda i secondi non hanno rispetto per i giovani. Ho frequentato una decine di assemblee, ho visto una volta un gruppo di ragazzi. Io sono l’unico insieme ad un mio amico sotto i trent’anni. E vero che scrivo che l’età non conta, ma se in una popolazione di cento persone ci sono solo anziani probabilmente c’è qualcosa che non va e non è solo perché siamo in Italia dove l’età media supera quella degli altri Paesi. Non hanno fatto niente per trattenerci, siamo sempre noi che dobbiamo buttarci per farci coinvolgere, ogni tanto c’è qualcuno che fa un commento su di noi come se non esistessimo. Questo è un sistema anzianitocratico dove hai tanto diritto quanti sono i tuoi anni sulle spalle.

Entrambe queste associazioni hanno grandissime potenzialità e risorse da sfruttare, i primi possiedono 145000 volontari sparsi per tutta Italia i secondi hanno il sostegno del più grande Planetario esistente sul territorio Nazionale.

Entrambe queste due associazioni hanno dei siti web che sembrano usciti da un film di Preistoria. E non è un dettaglio, questo fa capire la mentalità di chi sta ai vertici, di chi non dà direttive necessarie per cambiare le cose e che, per quanto si possano sforzare di fare bene, non  riusciranno mai a raggiungere e a sfruttare appieno le loro potenzialità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...